NEW IMAGE di Domenico Sinopoli | Piazza Camillo Benso Conte di Cavour, 14, 28845 Domodossola (VB) Italy P.iva 01514530037
    
Il contenuto del sito è protetto da copyright. Tutti i marchi rappresentati sono di proprietà dei legittimi intestatari.E' proibito ogni uso non autorizzato del sito o di parte di esso.
Tutti i diritti sono riservati. I link rappresentati possono essere esterni al sito, non controllati da esso e regolati diversamente.




eXTReMe Tracker

 

Nel cuore di Domodossola, nello storico palazzo Milano, ha sede il nostro salone. Nato nel 1995, si è sviluppato ed è cresciuto grazie alla grande passione e alla continua e costante formazione. Oggi possiamo vantare la prima Hair Spa del Verbano Cusio Ossola; in un ambiente concepito per il benessere e il piacere di dedicare del tempo a se stessi, uno staff preparato e discreto ti accompagnerà in questo straordinario viaggio. 

Offriamo una serie di rituali di rinascita, un vero e proprio viaggio alla scoperta di una rigenerazione totale che nasce da pratiche antiche giunte a noi dalla tradizione orientale ed occidentale, a base di principi attivi esclusivamente naturali.

New Image, il salone sempre attento alle novità presenta "spa eksesperience". Un nuovo spazio tutto da scoprire dedicato appositamente al benessere e alla cura dei tuoi capelli con trattamenti a base di oligo elementi marini completamente naturali e la magia della cromoaromaterapia. Un' anlisi preliminare gratuita ti guiderà a scegliere il trattamento più adatto tra otto differenti soluzioni riportando l'equilibrio e la naturale bellezza dei tuoi capelli.

Abbiamo le risposte che cerchi, iniziando da una dettagliata consulenza su i tuoi capelli, arriviamo a costruire insieme a te un programma personalizzato in base alle esigenze e caratteristiche estetiche. Tutti i nostri trattamenti sono eseguiti con prodotti di primissima qualità e rigorosamente made in Italy-UE.




Donna

 
 PIEGA
 TAGLIO
 COLORE
 COLORE "ALTA COPERTURA"
 COLPI DI LUCE
 ONDULAZIONE
 STIRATURA
 RICOSTRUZIONE
 TRATTAMENTO SPECIFICO
 taglio unisex

 Uomo
 

 TAGLIO E SHAMPOO
 TAGLIO E COLORE
 

 
 Bimbi
 
 TAGLIO (0-13)
 
 Quando ti vuoi bene
 
 MANICURE SPA
 FRENCH MANICURE
 MANICURE
 GUANTO DI PARAFFINA
 SMALTO
 SOPRACCIGLIA
 TRUCCO
 DIAGNOSI TRICOLOGICA
 CONSULENZA D'IMMAGINE

Abbiamo le risposte che cerchi, iniziando da una dettagliata consulenza su i tuoi capelli, arriviamo a costruire insieme a te un programma personalizzato in base alle esigenze e caratteristiche estetiche. Tutti i nostri trattamenti sono eseguiti con prodotti di primissima qualità e rigorosamente made in Italy-UE.

Trattamenti
 
 TALASSO PURITY "PUREZZA" Cute con Forfora
 Trattamento a base di oligoelementi marini, alghe ed oli essenziali. Rinfresca e depura in profondita la cute.
 PRODOTTI APPLICATI:
 Fangoattivo cute Purity + Fango Remineralizzante capelli + Bagno purificante + Lozione purificante.
 Tempo del trattamento: 50min.
 REBELANCE "EQUILIBRIO" Cute Grassa
 Trattamento a base di oligoelementi marini, alghe ed oli essenziali.
 Svolge un'efficace azione assorbente del sebo anomalo mentre rilascia elementi sebo-equilibranti.
 PRODOTTI APPLICATI:
 Fangoattivo cute Rebelance + Fango Remineralizzante capelli + Bagno sebo-equlibrante + Lozione sebo-equlibrante.
 Tempo del trattamento: 50min.
 COMFORT "RELAX TONIFICANTE" Cute Sensibile
 Trattamento a base di oligoelementi marini, alghe ed oli essenziali.
 Svolge un'azione lenitiva del cuoio capelluto, assorbendo le impurità e rilasciando sostanze che donano solievo.
 PRODOTTI APPLICATI:
 Fangoattivo cute Comfort + Fango Remineralizzante capelli + Bagno lenitivo + Fluido dermolenitivo o Lozione energizzante.
 Tempo del trattamento: 50min.
 VITALITY "ENERGIA" Cepelli tendenti alla caduta
 Trattamento a base di oligoelementi marini, alghe ed oli essenziali.
 Svolge un'efficace azione di purificazione, rilasciando un ricco nutrimento e una straordinaria riserva energetica.
 Aiuta la ricrescita e rinforza la fibra, prolungando il ciclo vitale del capello.
 PRODOTTI APPLICATI:
 Fangoattivo cute Vitality + Fango Remineralizzante capelli + Bagno vitalizzante + Lozione vitalizzante.
 Tempo del trattamento: 50min.
 AGE CONTROL "ANTI INVECCHIAMENTO"
 Trattamento a base di oligoelementi marini
 Svolge un'azione rigenerante, tonificante ed elasticizzante, eliminando secchezza e prurito.
 Apporta corpo e spessore a cute e capelli
 PRODOTTI APPLICATI:
 Bagno Bio-regolatore + serum Bio-rigenerante + Elisir Bio-rinforzante.
 Tempo del trattamento: 50min.
 RECONSTRUCT "RICOSTRUZIONE"
 Trattamento di ricostruzione del capello a base di cheratina e collagene marino.
 Agisce in profondità, restituisce corpo ed elasticità al capello rinforzando la fibra.
 PRODOTTI APPLICATI:
 Preparatore Cheratinico + Olio Rinforzante + Maschera Acidificante.
 Tempo del trattamento: 50min.

EXTENSION

Parrucchiere è il termine usato per indicare l'artigiano specializzato per il taglio e l'acconciatura elaborati della capigliatura, in particolare femminile, ma talvolta anche maschile, anche se tradizionalmente gli uomini ricorrono al barbiere.

Antica Roma[modifica sorgente]

Già presso l'antica Roma, le signore romane utilizzavano per la loro toletta catini, specchi di rame, d'argento o di vetro ricoperto di piombo e, se ricche, avevano addirittura una loro personale vasca da bagno (lavatio) potendo così fare a meno dei bagni pubblici. Potevano poi adornarsi con pettini, spille (fibulae), unguenti e gioielli.





L'acconciatura a riccioli di Messalina
L'uso di questi oggetti presupponeva di aver soddisfatto la prima necessità della matrona, che era quella dell'acconciatura dei capelli affidata alle schiave ornatrices. Operazione questa molto complicata al tempo dell'impero.

In epoca repubblicana la donna divideva semplicemente i capelli a metà con una scriminatura e poi li legava dietro la nuca, oppure si faceva delle trecce raccolte in un cercine sulla fronte.

In tutta l'iconografia femminile al tempo dei Flavi le donne usavano acconciare i capelli in complicatissimi riccioli e quando in seguito ci rinunciarono, prevalse la moda di lunghe trecce disposte come torri sulla sommità della testa che non potevano non essere oggetto della presa in giro di poeti come Giovenale che evidenzia l'aspetto ridicolo di una signora di bassa statura che ostenta sulla testa un'acconciatura più alta di lei.[1]

Le matrone condividevano con i loro mariti le lunghe sofferenze che essi sopportavano per farsi radere dai tonsores, e le serve pettinatrici (ornatrices) correvano il rischio, molto presente, di essere duramente punite se l'acconciatura non soddisfaceva la signora. Più fortunate quelle parrucchiere che rimediavano alla calvizie della padrona con posticci e parrucche, bionde o nere, come quelli di capelli veri fatti venire dall'India.
Ai nostri tempi oltre al taglio e al lavaggio dei capelli, il parrucchiere può effettuare lavorazioni particolari come la colorazione con una tintura per capelli, il brushing, utilizzare apparecchi elettrici per stirare i capelli o fare una permanente ed inoltre, su richiesta della cliente, può prescrivere, consigliare e raccomandare dei prodotti specifici per la sua capigliatura. Nella bottega del parrucchiere, quando è attrezzato come "salone di bellezza", possono essere presenti lavoranti assistenti addetti alla depilazione, alla cura della pelle e delle unghie (manicure).

In passato il parrucchiere era addetto al confezionamento di parrucche per coloro che volessero ricoprire la propria calvizie o usare capelli già acconciati in sostituzione dei propri.
Con il termine acconciatura, anche detta taglio o più raramente pettinatura si fa riferimento allo stile che viene fatto assumere ai capelli umani. Essa spesso dipende dalle mode del momento, dal luogo, e dai vari contesti.

La persona incaricata di svolgere tale attività viene genericamente detta acconciatore: nello specifico si distingue tra barbiere per gli uomini, parrucchiere per le donne
Presso i popoli extraeuropei, in qualche occasione i capelli evidenziarono uno stile complicato che può essere in relazione a particolari riti e usanze: in alcune regioni dell'Africa occidentale gli uomini usavano ungersi i capelli con grasso e li cospargevano di sostanze quali la cenere e l'argilla;





Pettinatura egiziana
in Papuasia durante alcune cerimonie tradizionali le acconciature raggiunsero, grazie a speciali ornamenti, anche il metro in altezza.[1]

Presso gli Assiri e i Babilonesi le capigliature tipiche delle classi più elevate assunsero la forma di anelli sovrapposti, mentre il popolo abitualmente si radeva completamente il cranio. Anche presso gli antichi Egizi l'acconciatura era un indice di differenziazione di ceto, e ad una maggiore elaborazione, costituita tipicamente da parrucche e da barbe posticce, corrispondeva un migliore status sociale.





Acconciatura romana
In Asia divenne caratteristica la treccia diffusa ai tempi dei Manciù nel XVII secolo, unica nel caso della pettinatura maschile e multipla e in numero pari per le donne.

Sin dal periodo dell'antica Grecia, l'acconciatura era considerata molto importante e particolarmente curata, solo nel 300 a.C. cominciarono a comparire a Roma i primi barbieri provenienti dalla Sicilia, mentre per le donne si diffuse l'abitudine di annodare i capelli in trecce. Nel I secolo d.C. si diffuse l'abitudine di indossare parrucche, abitudine poi abolita dal Cristianesimo che predicò la semplicità dei costumi al punto da emettere nel VII secolo una bolla papale indirizzata contro i lussi delle capigliature.

Dopo le crociate, l'influsso dei paesi orientali portò la moda di adornarsi i capelli con pietre preziose ed ori. Dal XIV secolo si diffusero le prime forme di fermagli ed altri accessori, in particolar modo il balzo, una forma in cartone che serviva a sollevare l'acconciatura fino a 70 centimetri. Nel Cinquecento in Italia, ed in particolar modo in Toscana si diffuse la moda fra le donne di raccogliere i capelli in una reticella, mentre dovunque si impose l'uso del feltro, proveniente dalla Spagna.

Nel XVII secolo le mode imperanti furono varie: Maria de' Medici fu una delle prime donne a lanciare la moda dei capelli corti, ma nello stesso tempo entrò in auge una capigliatura stretta e alta. Verso la metà del Seicento comparvero i riccioli attorno al viso oltre alla moda dei capelli posticci aggiuntivi.





Pettinatura del Settecento
In pochi decenni le parrucche inserite su cranio pelato presero il posto dei capelli posticci. Le parrucche venivano recuperate dai capelli dei condannati a morte.[1]

Anche nei due secoli successivi continuò in Europa, e soprattutto nella nobiltà francese, la moda delle parrucche, sempre più alte ed elaborate.

Nel Settecento l'elemento caratterizzante le acconciature europee fu la cipria, ossia farina profumata, utilizzata anche dal popolo. Dopo un periodo di eccessi nella raffinatezza delle acconciature, giunte addirittura a contenere oggetti quali modellini di vascelli o cestini di fiori, la moda delle parrucche terminò dopo la rivoluzione francese, contemporaneamente al ritorno del gusto classico e quindi della capigliatura alla greca.

In seguito in pieno romanticismo (ottocentesco) le acconciature tornarono ad essere semplici, con i capelli, sia maschili che femminili, lasciati liberi e lunghi. Contemporaneamente decine di migliaia di cinesi furono uccisi per aver rifiutato agli invasori manciù di tagliare i propri lunghi codini.





Il taglio alla maschietta
Nella seconda parte del secolo riapparvero le stravaganze e dalla fine dell'Ottocento in poi le acconciature trovarono nuovi spunti e varianti, grazie all'evoluzione tecnologica.

Negli anni '90 del XX secolo la vera novità fu il taglio delle donne alla maschietta, che indicò anche un cambiamento etico, morale e comportamentale in atto. La permanente permetteva di arricciare e "gonfiare" l'acconciatura a proprio piacimento, mentre con la tintura fu reso possibile persino cambiare il colore dei capelli, o con le mèche, con il quale invece venivano colorate solo alcune ciocche di capelli. Aumenta anche il numero di prodotti destinati alla cura dei capelli come il gel o la lacca.